~ Dove andare ~

SARAH E LA STREGA BORLOTTA: spettacolo per famiglie sulla Shoah


Attenzione: il presente evento è terminato il: 29/01/2017

Può una strega salvare una bambina? A volte sì, ma solo se il mondo è tutto a rovescio!

Sarah è una bimba, ebrea, che vive con la mamma; il papà è in Germania a lavorare in un campo di concentramento. Grazie alla madre, Sarah conserva l'innocenza, i sogni e le paure di una bambina qualsiasi.

La sua paura più grande non è per questi soldati che si chiamano tutti “tedeschi” e che devi evitare, ma per la scorbutica e brontolona portinaia del suo palazzo, Borlotta, che per Sarah è una strega camuffata.

E se poi a salvarla dalla deportazione sarà proprio la strega Borlotta, allora vuole dire che, in quel periodo, il mondo era proprio tutto a rovescio...

Per famiglie con bambini dai 5 anni
Costo: 7€
, spettacolo + merenda
Prenotazioni: 02.63633353 – 333.8832030
mail: lascaladellavitateatro@gmail.com
Via Piolti de’ Bianchi 47 – Milano (angolo Corso Plebisciti)
www.teatrolascaladellavita.it

 

NOTE DI REGIA

Sarah viene salvata dall'orrore che si diffonde intorno a lei dalle attenzioni della madre che riesce a donarle una quotidianità quasi serena, senza rinunciare ai giochi, ai divertimenti, e al suo diritto di vivere i propri sogni e le proprie speranze.

Con l’ordine di deportare tutti gli ebrei , le prime vittime furono le più innocenti: i bambini.

Per descrivere la tragedia della Shoah – commenta Stefano Bernini – e la vergogna delle leggi razziali emanate dallo Stato Italiano, abbiamo scelto di velare con delicatezza, ma senza mistificazioni, gli orrori della deportazione delle famiglie e dei bambini verso i campi di concentramento nazisti. E così è nata la scelta di affidare il ruolo della bambina Sarah non ad una attrice adulta, ma a una vera ragazzina. Il nostro obiettivo è stato quello di creare uno spettacolo per famiglie adatto anche ai bambini, nel quale, attraverso momenti rosa e momenti bui, attraverso passaggi anche allegri e divertenti, il messaggio possa arrivare lieve ma chiaro e sia di stimolo per l'acquisizione di una sincera e consapevole memoria della nostra storia”.

 

Per approfondimenti: segui il link
Mi piace
© ZIARIO.IT - Il materiale contenuto in queste pagine è di proprieta' di Ziario.it. Ogni utilizzo diverso da quello di consultazione privata è vietato senza previa autorizzazione.